Domenica 28 maggio 2017: XVI Giornata Nazionale del Sollievo

Domenica 28 maggio si celebra la Giornata Nazionale del Sollievo, per la promozione delle cure palliative e della terapia del dolore. La giornata intende promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza, fisica e morale, mantenendo viva la solidarietà in favore di tutti coloro che stanno soffrendo e che si trovano nella condizione di non potersi più avvalere di cure volte alla guarigione, o che siano al termine del loro percorso di vita.

La legge n 38 del 2010 recante "Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore", tutelando il diritto di accesso del cittadino alle cure palliative e alla terapia del dolore, pone l'attenzione sulla dignità del fine vita e dell'eguaglianza di fronte alla sofferenza, quale aspetto fondamentale della nostra società che deve essere garantito a ciascuno di noi, impedendo così che la sofferenza possa, di fatto, trasformarsi in un impoverimento di quei diritti ritenuti fondamentali della persona e dell'eguaglianza di fronte al dolore e alla morte. La legge 38 indica anche con chiarezza che le cure palliative e la terapia del dolore non devono essere limitate alle patologie oncologiche ma devono estendersi a tutte le patologie croniche evolutive in fase avanzata, perché a nessuno manchi un adeguato sostegno nella fase finale della vita.

Il miglioramento della aspettativa di vita ha portato anche al nostro Paese un incremento della incidenza delle patologie croniche e del peso assistenziale delle fasce anziane e fragili della popolazione.

In questo contesto l’attenzione per la qualità della vita diviene parte integrante e strutturale dei percorsi assistenziali. Nell’ottica di un approccio globale, va garantita una presa in carico totale della sofferenza del malato e familiari, estesa alla globalità dell’essere umano: con le cure palliative si sta diffondendo un approccio terapeutico che considera la malattia non solo un evento biologico, ma un’esperienza vissuta, restituendo importanza agli aspetti psicologici, emozionali e relazionali, offrendo supporto e sollievo anche ai familiari.

I Servizi esistenti e i meccanismi fondamentali di integrazione tra i diversi attori sanitari e sociosanitari hanno l’obiettivo finale di garantire, per ogni malato con necessità di Cure Palliative, interventi tempestivi, appropriati, continuativi e di qualità.

Regione Lombardia, con la Deliberazione n. X/5918 del 28/11/2016 ad oggetto “Disposizioni in merito alla evoluzione del modello organizzativo della Rete delle cure palliative in Lombardia: integrazione dei modelli organizzativi sanitario e sociosanitario” definisce il modello organizzativo della Rete che si inserisce nell’ambito del sistema sociosanitario Lombardo, adottato con L.R. 23/2015 e in accordo con la delibera di Giunta n. IX/4610/2012; Tale documento ha, tra le altre, la finalità di promuovere forme di governo dei processi di presa in carico e di cura in grado di migliorare e semplificare l’accessibilità ai servizi, valorizzare le risorse famigliari e del territorio, incrementare la qualità delle cure e la sostenibilità generale del sistema.

Le Cure Palliative possono essere erogate in diversi setting di cura: Assistenza Ospedaliera, Assistenza in Hospice, Assistenza Domiciliare. Di notevole rilevanza il fatto che nell'ultima stesura del Livelli Essenziali di Assistenza sia riconosciuto il diritto del cittadino a ricevere Cure Palliative anche in regime di Ospedalizzazione per acuti.

ATS di Brescia, in occasione dell’incontro del Comitato aziendale della Medicina Generale, tenutosi il 17/05/2017, ha evidenziato l’importanza della promozione della cultura del sollievo, chiedendo ai medici di continuare nell’opera di gestione del paziente che si trova in condizione di estrema fragilità. Quest’anno, ATS ha chiesto ai Medici di Medicina Generale la collaborazione nella diffusione, ai propri pazienti, del questionario anonimo “Dare voce a chi cerca sollievo”, promosso dall’Osservatorio permanente sull’accesso del cittadino alla terapia del dolore e alle cure palliative, creato dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti e dalla Fondazione Isal: il questionario vuole dar voce ai cittadini affetti da dolore acuto o cronico che necessitano di Cure Palliative; si propone inoltre come Studio Osservazionale per misurare il livello di soddisfazione del bisogno di Cure Palliative e di Terapia del Dolore.

Powered by DynamicSite - Hosted by Assyrus